La storia

Nel 1978 Pierluigi Polimeni e Gian Antonio Premi, entrambi da tempo uniti in sodalizio di lavoro autonomo, dopo la laurea conseguita allo IUAV nel 1975, costituiscono in Verona lo studio Associato Architetti Polimeni e Premi.
La prima sede li vede operare in Via Quattro Spade, in due locali in subaffitto, all'incrocio con Via Mazzini. Di qui, dopo poco, lo studio si trasferisce in Piazza Duomo dove in una sede più ampia, ma sempre originale nell'ambientazione, rimane fino al 1982.
E' questo un periodo fertile di iniziative e di contatti. Dallo studio passano e fanno tappa, anche lavorativa, amici, professionisti, artisti e colleghi che troveranno più tardi collocazioni prestigiose nella professione e nelle amministrazioni.

Ormai consolidato lo studio professionale si sposta nei pressi di Corso Milano. Prima in Viale Manzoni, fino al 1992 e quindi definitivamente in Via Napoleone al n. 8.
Dal 2007 entra a far parte dell'associazione l'Arch. Gianluca Soldo.
Le tre successive localizzazioni dello studio coincidono anche con diverse fasi del mercato e dell'attività professionale sviluppata senza che se ne possa intravedere un logico nesso.

Gli anni di permanenza nel centro storico fecero acquisire allo studio numerosi incarichi nel campo dell'allestimento d’interni e dell’arredo sia di residenze private che di esercizi commerciali, pur non mancando progetti e realizzazioni di ville e restauri edilizi.

Il periodo di Viale Manzoni, che vide numerose collaborazioni con brillanti professionisti in ambito veronese, corrisponde all'approccio con la committenza pubblica a tutto campo in ambito residenziale, scolastico e sanitario. Iniziano qui le prime esperienze con la pianificazione urbanistica ed i contatti si allargano in ambito regionale ed oltre.
Anche le figure professionali si delineano meglio seguendo ciascuna due precisi filoni: restauro e architettura; consulenza e pianificazione comunale e sovracomunale.

L'attuale sede di Via Napoleone vede consolidarsi nel lavoro il bagaglio di esperienze maturate in campi diversi sempre stimolato ed a confronto con la presenza di giovani collaboratori. Una cerchia di consulenti affermati nelle materie specialistiche e complementari ed il rapporto umano che da tempo lega a questi il team dello studio fa sì che molte nuove sfide sui temi ambientali e del risparmio energetico vengano affrontate con spirito unitario di interdisciplinarietà.

A partire dal 2011, con l’uscita dall’attività professionale dell’Arch. Premi, lo studio ha modificato la propria ragione sociale in Studio PPS Architetti Associati.